Approccio

sostenibile

Essendo stati elargiti di cotanta ricchezza, in presenza delle bellezze naturali del nostro ambiente al Holzner la magnifica vista ha portato ad un'avveduta lungimiranza: gli incomparabili crinali delle Dolomiti; gli abeti nel parco, piantati oltre cento anni fa; la limpida e fugace aria di montagna; tutti loro vanno salvaguardati e noi diamo il nostro contributo con piacere.

Riscaldamento

a biomassa

Con la costruzione della nostra area wellness nell'anno 2007 abbiamo messo in dubbio il riscaldamento tradizionale del nostro albergo. Oggi avremmo avuto un consumo di 130.000 litri di gasolio che corrisponde ad una quantità delle emissioni di CO2 pari a circa 338,0 tonnellate all'anno e questo per noi non era accettabile. Così ci siamo decisi di passare ad un riscaldamento con energia rinnovabile. Dal 2008 l'intero hotel, l'area wellness, la piscina interna ed esterna come anche le case private della famiglia Holzner vengono riscaldate tramite la nostra caldaia biologica con energia pulita. La decisione di scegliere trucioli di legno dai boschi vicini come energia rinnovabile in confronte ad altre fonti energetiche è stata facile: il legno, che durante la combustione libera in atmosfera solo il quantitativo di CO2 precedentemente immagazzinato, non solo è una fonte di energia pulita, ma è anche una materia prima di origine regionale, che ci consente di ridurre al minimo le tratte di trasporto e di agire in modo sostenibile. Nel 2018, l’impianto è stato ampliato per rifornire di energia pulita anche le nuove aree della struttura.

Energia

verde

L’azienda altoatesina di servizi energetici Alperia, grazie a 30 centrali idroelettriche dislocate sul territorio provinciale, produce circa 4.500 GWh di energia pulita all’anno. Nel 2019, l’Holzner è passato al piano di approvvigionamento “Green Energy” di Alperia. Grazie a una produzione da fonti rinnovabili priva di emissioni di anidride carbonica, utilizziamo energia 100% green: nel 2019 abbiamo già risparmiato 239.054 kg di CO2.

Gestione delle

risorse idriche

L’acqua è un bene prezioso e lo è ancora di più sul Renon, particolarmente povero d’acqua e pressoché privo di fonti idropotabili: il terreno dell’altipiano, a causa del substrato roccioso, ha una limitata capacità di assorbimento dell’acqua piovana e di disgelo. Ecco perché il problema della scarsità d’acqua è particolarmente avvertito qui da noi e con il tempo abbiamo imparato a gestire questa preziosa risorsa con oculatezza. Dagli anni Settanta, ci avvaliamo di serbatoi di raccolta dell’acqua piovana e cisterne, che ci consentono di irrigare il nostro parco e i campi da tennis senza gravare sulle riserve di acqua potabile del Renon. Inoltre, non sostituiamo automaticamente asciugamani e lenzuola ogni giorno, ma effettuiamo il cambio solo su richiesta degli ospiti. Tutta la biancheria viene lavata nella lavanderia dell’hotel con il detergente biodegradabile R.046 Ecoline, che risponde ai requisiti tecnici dei criteri ambientali UE ECOLABEL.

Mobilità

dolce

A soli 30 metri dall’Holzner, sorge la fermata dello storico trenino a scartamento ridotto del Renon, che collega le località principali di Collalbo e Soprabolzano con alcune fermate intermedie. A poca distanza è ubicata la stazione a monte della Funivia del Renon, che collega Soprabolzano con Bolzano, capoluogo provinciale, con partenze ogni 4 minuti. Ciò consente agli ospiti non solo di lasciare la macchina in garage per l’intera durata del soggiorno, ma anche di arrivare sul Renon in treno: Bolzano è integrata in modo eccellente nella rete ferroviaria mitteleuropea e la stazione del capoluogo sorge a soli 600 m dalla Funivia del Renon.

Per incoraggiare i vacanzieri a viaggiare in treno e a utilizzare la rete di trasporto pubblico locale una volta arrivati, mettiamo a disposizione dei nostro ospiti la RittenCard, che consente di usufruire gratuitamente dei mezzi pubblici dell’Alto Adige. Nell’ambito della nostra offerta “Mobilità sostenibile”, ci facciamo carico dei costi del servizio di trasporto bagagli per coloro che scelgono di arrivare sin qui in treno.

Oltre alle svariate stazioni di ricarica per auto elettriche presenti in zona, è anche possibile utilizzare gratuitamente una mountain-bike o noleggiare una bici elettrica.

Lampadari 2.0

Nel 2017, abbiamo ammodernato la ricca dotazione di luci originali in stile Liberty dell’intera struttura: complessivamente, 253 lampade e lampadari, nuovi e antichi, sono stati muniti di tecnologia LED a basso consumo. Grazie a questo progetto, che ci ha consentito di minimizzare il consumo energetico e di ridurre dell’85% le emissioni annue di anidride carbonica, abbiamo conseguito, ad oggi, un risparmio di 11 tonnellate di CO2.

Il problema

della plastica

Il nostro obiettivo è quello di bandire dall’hotel gli articoli in plastica usa e getta: un progetto che stiamo mettendo in campo, con gradualità, dal 2018. Riteniamo sia particolarmente importante studiare delle alternative ed è per questo che svolgiamo accurate ricerche per individuare le soluzioni più adeguate.
Dal 2019, utilizziamo esclusivamente cannucce realizzate con amido di patata e fibra vegetale, completamente biodegradabili. Nel 2020, abbiamo bandito le bottiglie di plastica dall’Holzner, proponendo ai nostri ospiti bottiglie riutilizzabili in vetro leggero e resistente, da riempire a piacimento.

L’arte del

mangiar bene

Per le nostre prelibate creazioni culinarie, laddove possibile, utilizziamo ingredienti di produttori e fornitori del territorio: le uova provengono dal maso Buchhütterhof di Soprabolzano, il latte dal Centro Latte di Bressanone cui i contadini del Renon conferiscono la loro materia prima, gli ortaggi dal maso Aspingerhof di Barbiano, la carne di manzo dagli allevatori dell’altipiano come il Prockhof di Auna di Sotto o il Moarhof di Soprabolzano, le erbe aromatiche dal nostro orto e così via. La lista è lunga e riteniamo sia importante non solo ridurre le tratte di trasporto e prediligere prodotti di stagione, ma anche supportare i piccoli cicli economici del nostro comune e della nostra regione, gettando le basi per un’economia sana e orientata al futuro.

La cultura

del buon bere

Nell'enoteca di Holzner i vini autoctoni sono indubbiamente i protagonisti. Una scelta consapevole: l'Alto Adige è infatti un territorio autonomo, non solo dal punto di vista amministrativo, ma anche enologico. La diversità del suolo e le forti differenze climatiche da una zona all'altra del territorio, danno origine ad un'incredibile varietà di vini. Grazie ai nostri sforzi, tesi a dare al vino altoatesino l’importanza che secondo noi merita, siamo stati insigniti del Premio per la cultura del vino in Alto Adige.

Stile Liberty

da vivere

Nel corso degli anni, l’hotel, costruito nel 1908 nel cosiddetto stile Liberty alpino, è stato regolarmente ristrutturato con cura e dedizione e per questo, ancora oggi, vanta un eccellente arredamento originale, unico in tutto l’arco alpino. Tutte le sedie della sala da pranzo, gran parte dell’arredamento delle stanze, l’argenteria e oltre 250 tra lampade e lumi dell’edificio risalgono alla data della fondazione, a cavallo dei secoli, e, grazie a un’attenta valorizzazione e a un sapiente restauro, vengono utilizzati oggi come allora.
Albergo storico 2008

Un’architettura

che guarda al futuro

Nell’ultimo quinquennio, in collaborazione con il duo di architetti BergmeisterWolf, l’Holzner, pur preservando il proprio fascino originale, si è evoluto in un ampio resort, dove le esigenze di ogni generazione e ogni famiglia trovano risposta.La progettazione e i lavori si sono sempre svolti in un’ottica di lungimiranza, evitando la sovrapposizione di due stili contrastanti e dando vita a un tutt’uno armonico, il cui valore rappresenterà un patrimonio inestimabile anche per le future generazioni. Materiali ricercati, che trovavano impiego già 110 anni fa, e un’inalterata consapevolezza della qualità fanno dell’Holzner un hotel di perenne bellezza.

Polmone

verde

Nel parco, che si estende su una superficie di 10.000 m2 intorno all’Holzner, crescono, seguendo i ritmi della natura, 59 alberi di una decina di specie diverse, alcuni dei quali ultracentenari. Più un albero è antico, sano e imponente, maggiore è il quantitativo di CO2 che è in grado di sottrarre all’atmosfera. Ad ogni primavera, il “dottore degli alberi” viene a farci visita, occupandosi della potatura dei rami, della messa in sicurezza dei tronchi mediante graffe e talvolta anche della rimozione di quelle piante che non possono essere più salvate o che semplicemente sono giunte al temine del loro ciclo vitale. Sulla base delle tabelle del Bayerische Landesanstalt für Wald und Forstwirtschaft (Istituto bavarese Foreste e Silvicoltura), nel nostro patrimonio arboreo sono immagazzinate 25 tonnellate di anidride carbonica. Il quantitativo potrebbe essere addirittura superiore, se si considera che i valori riportati si riferiscono alla vegetazione forestale e sono quindi applicabili solo in parte agli alberi di parchi e giardini: questi ultimi, infatti, grazie a una posizione più solitaria, che consente a chiome e radici di svilupparsi al meglio, vantano spesso una maggior capacità di assorbimento. Le nostre piante rilasciano ogni giorno 250 kg di ossigeno, pari al fabbisogno medio di 295 persone.

Responsabilità

storica

Da oltre 100 anni e quattro generazioni, l’Holzner è di proprietà della famiglia omonima. Uno sguardo alla movimentata storia della regione alpina dell’Alto Adige definisce il nostro presente e il nostro futuro. Siano consapevoli della responsabilità imprenditoriale e umana di cui ci siamo fatti carico e intendiamo contribuire alla vita sociale del nostro territorio e della nostra comunità, operando nel solco della sostenibilità e dell’apertura, con un immancabile occhio di riguardo per le generazioni che verranno.

Fiducia e

arricchimento

Vogliamo offrire ai nostri collaboratori un luogo di lavoro piacevole, dove possano sentirsi a casa, proponendo loro corsi di aggiornamento, un alloggio nella struttura riservata al personale, un viaggio cofinanziato dalla famiglia Holzner al termine della stagione, l’utilizzo gratuito dei campi da tennis, delle mountain-bike e della sala fitness, buoni vacanza per familiari e amici e una settimana di 5 giorni e ½. Siamo fieri del fatto che molti dei nostri collaboratori siano della zona e non meno orgogliosi del personale che proviene da ogni angolo del mondo, apportando nuovo slancio e ricchezza culturale nel nostro team e nella nostra vita di ogni giorno. E poiché con molti dei nostri collaboratori abbiamo instaurato un rapporto di fiducia che perdura da 15 anni o più, l’atmosfera che si respira nel nostro hotel è familiare e cordiale.

Locale batte

globale

Non solo acquistiamo le materie prime con cui diamo vita alle nostre creazioni culinarie da produttori della zona, ma in tutte le nostre iniziative valorizziamo l’implementazione locale dei progetti, l’utilizzo di materiali autoctoni e il sostegno alle imprese del territorio. Giorno dopo giorno, e anche nell’ambito dell’esteso intervento di ristrutturazione condotto tra il 2014 e il 2018, ci siamo avvalsi della maestria di svariati artigiani e imprese edili del Renon e della regione.
Questo sito web utilizza i cookie. L'uso dei cookie è regolato dalla Direttiva UE 2009/136/CE (E-Privacy). Acconsente facendo un clic su "OK". Per proteggere la sua privacy in questo browser, puo gestire qui le preferenze della pubblicità online personalizzata. Per interrompere tutte le tecnologie di tracciamento utilizzate su questo sito che potrebbero utilizzare le informazioni di personalizzazione per la pubblicità online, fai clic su "Opt-Out".